martedì 2 aprile 2013

Pensioni Donna, calcolo convenienza tra Retributivo e Contributivo

Da:http://www.professionefinanza.com/scheda.php?id=7989

La strada verso la pensione di anzianità è sempre più in salita: ora servono 2 anni e un mese di contributi per gli uomini e 41 anni e un mese per le donne. 

26/03/2013 Mandevil
 Molte ipotesi che non fanno altro che mettere in difficoltà chi deve scegliere. E poi cìè da tenere conto dell'adeguamento all’aspettativa di vita, che aumenterà il requisito. Le donne però possono contare su una caratteristica a loro riservata e cioè che fino al 2015, possono andare in pensione di anzianità con 35 anni di contributi e 57 anni di età ( 58 per le autonome) se optano per il sistema di calcolo contributivo, in luogo del retributivo, in genere più favorevole.
 
In pratica queste sono le principali differenze: nel retributivo la rendita si basa  sugli ultimi stipendi e sugli anno di versamento. Nel contributivo invece, il calcolo delle pensioni è parametrato agli stipendi percepito nell’intera vita lavorativa. Nel caso in cui però si eserciti l’opzione, il calcolo è mitigato da correttivi. 
 
Per chi trova incertezza tra i due sistemi ecco una guida al calcolo in caso di opzione. La pensione contributiva è data dal montante individuale (la somma rivalutata dei contributi versati) e il coefficiente di trasformazione che varia in base all’età. L’opzione funziona così.
 
Il montante: sui contributi versati dal 1996 alla data del pensionamento, si accantona per ogni anno il 33% della retribuzione lorda. Gli importi sono poi rivalutati in base alla media del Pil. Per la contribuzione versata prima del 1996, la costruzione del montante è più articolata. Primo: si risale alle retribuzioni annue percepite nel decennio precedente il 1996. 
 
A ciascuna delle retribuzioni si applica, poi la percentuale pagata come i contributi per la pensione (per il 1995l’aliquota contributiva era ad esempio, 27,57%); le contribuzioni  di ogni anno, rivalutate in base alla media quinquennale del Pil, vanno sommate tra di loro e divise per 10 al fine di ottenere la contribuzione media annua, che poi moltiplicata per gli anni di contributi versati prima del 1995 per ottenere il montante che deve essere utilizzato per il calcolo contributivo.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

PENSIONATI DIRITTI

(Riunisce la voce delle Istituzioni ed il parere di qualificati esperti in tema di PENSIONI)